ItalianEnglishGerman

Casa Beata Elisabetta Sanna

“Tu, o Dio, mi hai amata!” Forse proprio con queste parole la Beata Elisabetta Sanna di Codrongianos ha reso lo spirito al Padre dopo una vita di sacrificio e preghiera. “Fiat voluntas tua”, innalzata alla gloria degli altari per aver forgiato la sua vita ad immagine e somiglianza di Dio, affidandosi completamente alla Virgo Potens e a San Vincenzo Pallotti, del quale diverrà la prima collaboratrice laica nella Società dell’Apostolato Cattolico.

Elisabetta Sanna nacque a Codrongianos nel 1788 e morì a Roma nel 1857. E’ stata dichiarata beata il 17 Settembre del 2016.

Nella sua abitazione beata Elisabetta Sanna creò un piccolo oratorio domestico in cui recitava le preghiere insieme ai suoi ospiti davanti al quadro della Madonna Virgo Potens.

Nella casa della beata Elisabetta c’è il quadro realizzato dal pittore Francesco Becciu di Sassari raffigurante la beata stessa.

La causa di Beatificazione di Elisabetta Sanna iniziò quattro mesi dopo la sua morte  (1857) e si concluse solo nel 2016.